Verbale della riunione del Com.It.Es. di Zurigo – VI° seduta 2017

Data: giovedì 14 settembre 2017

Ore: 20.00

Luogo: Sede Comites – Sihlquai 253 - 8005 Zürich


Presenti: Alban Luciano, Da Costa Paolo, Chirichella Rosanna, Ticchio Giuseppe, Calabrese Ippazio, Ilardo Domenica, Lapadula Ornella, Izzi Antonietta, Cavallo Salvatore, Luigi Giustiniani, Caruso Leonardo, Fonterrè Carmela


Per il Consolato: Console Generale, Min. Giulio Alaimo


Ospiti: Michele Schiavone, Segretario Generale CGIE


Assenti giustificati: Betta Alessandra, Bremibilla Fabio, Filippi Enrica, Colatrella Nicola, Petta Gerardo, Bruno Indelicato

Alban apre la seduta e saluta gli intervenuti. Comunica le giustificazioni degli assenti.

Il Segretario Alessandra Betta è assente; pertanto è necessaria la nomina di un segretario di giornata. Viene eletto Leo Caruso. Si delibera che egli sarà Segretario, ogni volta che Betta sarà assente.

Il Console, riferendosi ai locali del Comitato, si congratula per l’esempio virtuoso di condivisione della sede.


Approvazione dell’O.d.g.

Il Console chiede che vengano trattati per primi i punti riguardanti: Corsi di Lingua e Cultura, Casa d’Italia, servizi consolari.

I presenti approvano l’O.d.g.


Approvazione del verbale del 11.05.2017

Il verbale viene approvato.

Sul punto riguardante il caso INCA, Da Costa riferisce che dal 19 al 21 ottobre si riunirà la Commissione Continentale del CGIE. Da Costa presenterà un documento redatto in collaborazione con Tommasini. Verrà inoltre inviata una lettera a Susanna Camusso, Segretario Generale della CGIL a nome del Comites di Zurigo per sollecitare la responsabilità morale del Sindacato.


Situazione Corsi di Lingua e Cultura

Il Console prende la parola e comunica che i Corsi sono iniziati regolarmente, quelli con docenti MAE il 28.08 e quelli con docenti degli Enti Gestori il 04.09. A Zurigo è stato assegnato un docente MAE di livello medio che porterà il contingente a 6 docenti totali.

Al momento il docente non ha ancora preso servizio in quanto la procedura di nomina non è ancora conclusa. I genitori degli alunni di questi Corsi sono stati informati del ritardo.

Il numero degli alunni è ancora in assestamento, verrà precisato alla fine di ottobre.

Alban sottolinea che il ritardo sull’inizio delle lezioni pregiudica la qualità e la serietà dei Corsi. Chiede se non sia possibile fare qualche cosa a riguardo.

Il Console comunica che i tempi di assegnazione sono molto lunghi in quanto la procedura coinvolge tre Ministeri. Ciò vale per tutte le nomine di docenti per l’estero. Anche il Liceo Vermigli soffre della mancanza di un docente.

Chirichella, in qualità di rappresentante del Comites di Zurigo, denuncia una situazione che sfavorisce i docenti assunti dall’Ente gestore. Comunica anche che qualche mese prima della fine dell'anno scolastico 2016-2017 il Ministero aveva già messo a conoscenza chi di dovere dell'assegnazione di un'ulteriore cattedra dei corsi di lingua e cultura italiana a livello medio nella circoscrizione consolare di Zurigo ad un docente MAE.

Lamenta un sistema poco ortodosso per l’assegnazione dei Corsi ai nuovi docenti Mae. I Corsi migliori – con più alunni iscritti – vengono assegnati ai docenti in arrivo dall’Italia per scongiurare una chiusura preventiva. Spesso, in seguito, si assiste all’impoverimento del Corso, faticosamente costruito dall’insegnate dell’Ente. L’Ente Gestore e l’insegnate non hanno vece in capitolo. Chiede che gli insegnanti dell’ente vengano più tutelati.

Alban chiede che Michele Schiavone si faccia portavoce per cercare di migliorare la situazione e chiederà al Preside quali sono i criteri utilizzati per l’assegnazione dei Corsi ai nuovi docenti MAE. Ribadisce che il sistema a doppio binario è sempre stato lo zoccolo duro dell’organizzazione dei Corsi.

Da Costa ritiene che il problema si deve risolvere dando un indirizzo diverso, è necessaria la riforma degli Enti gestori.

Schiavone comunica che, sulla base della Legge della Buona Scuola, il Governo è impegnato a riscrivere la Circolare n.13 del 2003 che regola i Corsi. Si auspica che in futuro non vi saranno le parti negative subìte fino ad ora. Conferma l’importo di 12 milioni di Euro per tutti i Corsi per i prossimi tre anni.

Ricorda che in Svizzera sono iscritti 11mila alunni. Tale numero potrebbe essere incrementato, se si considera il numero di connazionali residenti. Propone un rilancio dei Corsi.


Situazione Casa d’Italia di Zurigo

Il Console comunica che l’Anno Scolastico 2017/2018 del Polo è partito regolarmente presso la nuova sede temporanea. Il cambio di sede ha creato qualche disagio che si sta cercando di risolvere. Come già più volte annunciato, tra 3 / 4 anni le scuole rientreranno alla Casa d’Italia insieme al Consolato, all’IIC e al Comites. Il Liceo avrà sede nei locali dell’Enaip anche in futuro. In questo modo si può programmare un incremento del numero degli iscritti; a tal fine è necessario migliorare la qualità.

Su richiesta di Cavallo relativa al proseguimento dei lavori dell’immobile, il Console comunica che l’edificio Casa d’Italia è stato sottoposto a studi ingegneristici di diversa natura: rilievi tecnici, stativi, ecc. A settembre si concluderà lo studio di fattibilità. Nel contempo, è stata portata avanti la richiesta di autorizzazione dei lavori.

Tre studi di architettura stanno preparando le offerte per organizzare la gara per il progetto. Verrà scelto il migliore e avranno inizio i lavori che dureranno per almeno 1 anno e ½.

La Sala Pirandello rimarrà una sala teatro disponibile per eventi culturali. Verrà gestita comunemente dal Consolato, per i propri eventi, dall’IIC e dal Comites quale spazio comunitario.

Cavallo e Giustiniani chiedono se verrà previsto l’accesso ai portatori di handicap. Il Console comunica che la struttura non è a norma sotto diversi aspetti e ciò veniva tollerato dalle autorità; dal momento in cui l’immobile viene ristrutturato è obbligatorio rispettare tutte le norme vigenti, anche quelle relative ai portatori di handicap.

Il Console fa presente che i 10 milioni stanziati per la ristrutturazione serviranno principalmente per l’impiantistica. Non resterà molto per le modifiche interne. Si prevede che la Casa d’Italia non cambierà di molto il proprio aspetto.

Il Console aggiunge che il Cantone seguirà i lavori in relazione alla anticorruzione.

Alban comunica che il Comites seguirà lo svolgimento dei lavori attraverso le informazioni dirette del Console. Il Console è d’accordo ad informare regolarmente il Comites sul proseguimento dei lavori, anche attraverso sopralluoghi.


Servizi consolari

Il Console si ritiene soddisfatto dei servizi offerti. Il Consolato di Zurigo rimane, nella rete tedesca, un modello da seguire. Il punto debole rimane il servizio notarile. La mole di lavoro è notevole è deve essere evasa da un’unica persona.

Alban propone di facilitare almeno le autentificazioni delle firme, offrendo un binario alternativo per evadere queste pratiche. A volte i connazionali si fanno preparare gli atti in Italia e necessitano solo della certificazione della firma. Si potrebbe prevedere una mezza giornata alla settimana dove, senza appuntamento, ci si può presentare per ottenere le certificazioni. Il console ne parlerà con il notaio del Consolato. Ricorda che non tutti i Consolati hanno il servizio notarile, quando esso manca la comunità si rivolge ai notai locali.

Alban ricorda la revisione della mappa dei Corrispondenti Consolari e rammenta l’intenzione di organizzare almeno una giornata di formazione all’anno.

Il Console assicura che verrà organizzata una riunione tematica in autunno.

Annuncia che verrà nominato un Console Onorario per le zone di San Gallo e di Losanna.

Il Console onorario viene nominato dal Ministro degli Esteri, e deve avere l’approvazione dell’Autorità del paese ospitante. La figura deve avere delle caratteristiche precise. Il lavoro è a tempo pieno e non retribuito. Deve avere un ufficio e personale di segreteria a disposizione. Al momento non è stato individuato ancora nessuno.

Ticchio ringrazia per la mail inviata relativa al livello di indigenza utile per ottenere il passaporto gratuitamente. Chiede una circolare ufficiale da diffondere tra le associazioni e i connazionali. Inoltre, fa presente alcune segnalazioni di connazionali che pur avendo comunicato nei termini di non possedere alcun apparecchio televisivo, si sono visti addebitare il canone. Chiede a Schiavone che venga sollevato il problema.

Alban dà comunicazione della lettera di proposte di nominativi per il conferimento della onorificenza “Stella al merito del Lavoro”. Schiavone comunica che in genere vi sono poche candidature per questa onorificenza, incoraggia i membri a presentarne.


Approvazione Bilancio preventivo Comites Capp. 3103 e 3106/2018

I presenti prendono visione dei bilanci e della relativa richiesta di finanziamento per il prossimo anno. Viene fatto notare l’aumento considerevole della spesa riguardante l’affitto. Ci si auspica che ne venga tenuto conto nell’assegnazione del finanziamento.

I presenti approvano i bilanci.


Approvazione richiesta di Finanziamento Integrativo 2017

Prima della pausa estiva il Comites ha avanzato una richiesta di finanziamento integrativo per onorare l’impegno di spesa assunto con la locazione nella nuova sede e per le relative spese di trasloco e adattamento locali. Al momento non vi è stata comunicazione in merito. Il Console si dice ottimista a riguardo, anche se ancora non ha avuto alcuna comunicazione ufficiale.

Entro la fine di ottobre, è possibile avanzare una ulteriore richiesta di finanziamento integrativo finalizzata allo svolgimento di iniziative a favore della comunità.

Il Comites avanzerà una richiesta per sostenere le spese di organizzazione di:

“Plurilinguismo, mobilità e culture in Svizzera” convegno che avrà luogo sabato 11 novembre, dalle 10 alle 12.30 presso la Missione Cattolica di Lingua Italiana di Zurigo. I relatori saranno il dott. Raffaele De Rosa e la dott.ssa Irene Pellegrini. Modererà l’incontro Giangi Cretti.

“Progetto legalità” iniziativa organizzata dai Comites di Zurigo, Berna e Basilea, in collaborazione con l’Ambasciata e i relativi Consolati, che si compone di diversi appuntamenti da novembre 2017 a giugno 2018:

Proiezione del film “i 100 passi”

Conferenza con Franco La Torre

Atelier per docenti con Franco La Torre

Incontro con Alessandro Piavani

Presentazione del libro di G. Pietrammale

Conferenza con G. Impastato

Mostra fotografica dedicata all’On. Pio La Torre

Pubblicazione di elaborati degli alunni dei Corsi

Chirichella, che sta seguendo il progetto, ritiene che possa essere utile per i ragazzi dei Corsi e per tutti gli interessati.

I presenti approvano la richiesta di finanziamento integrativo per queste manifestazioni.

Alban fa presente che le iniziative potranno essere sostenute economicamente dal Comites solo se si riuscirà ad ottenere il finanziamento richiesto.

Schiavone comunica che il Ministero predilige quelle iniziative rivolte ai nuovi arrivati e quelle che rientrano nell’ambito della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo.


Varie ed eventuali

Calabrese comunica che è stata costituita una società Cooperativa per l’acquisto della Casa d’Italia di Lucerna. Al momento ci si sta impegnando per la raccolta del capitale utile ad accendere un mutuo che verrebbe estinto nel tempo con gli introiti dati dagli affitti.

Fa presente che non è ancora chiaro il valore della Casa. Si augura che ci possa essere una valutazione minima in favore dell’acquisto da parte della comunità. Chiede a tutti i presenti di partecipare alla donazione di fondi.


Alle ore 22.30 la riunione è conclusa.


La verbalista

Barbara Panzeri


Il Presidente del Comites

Luciano Alban


Il presente verbale viene approvato in data 04.11.2017

Post recenti
Archivio
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Google+ Basic Square

© Copyright 2019       |           Comites di Zurigo       |        Impressum       |         Webdesign by www.sonetto.ch