Verbale I° seduta 2017 - 19.01.2017

Data: giovedì 19.01.2017

Ore: 20.00

Luogo: Casa d’Italia di Zurigo – Erismannstrasse 6

Presenti: Alban Luciano, Da Costa Paolo, Chirichella Rosanna, Colatrella Nicola, Ticchio Giuseppe, Cavallo Salvatore, Calabrese Ippazio, , Giustiniani Luigi, Petta Gerardo, Ilardo Domenica, Betta Alessandra, Dimasi Simone Antonio, Fonterrè Carmela, Lapadula Ornella

Per il Consolato: Console Generale, Min. Giulio Alaimo,

Ospiti: Dirigente Uff. Scuola, Marco Tovani, Pierpaolo Di Meo, delegato CASLI

On. Alessio Tacconi, Parlamentare Circ. Estero, Antonio Putrino, CGIE

Assenti giustificati: Filippi Enrica, Bremibilla Fabio, Caruso Leonardo, Izzi Antonietta

__________________________________________________________________________________

Alban apre la seduta, saluta gli intervenuti e comunica le giustificazioni degli assenti.

Da Costa chiede la parola e si scusa per quanto successo durante la riunione del 24.11.2016.

Approvazione dell’O.d.g.

I presenti approvano l’O.d.g. proposto.

Alban fornisce alcune informazioni ai presenti.

Alle ore 11 della data odierna si è tenuta una riunione dei Corrispondenti consolari della Circoscrizione di Zurigo. La riunione è stata proficua. Ne è emersa la necessità di una riqualificazione delle persone con la copertura degli eventuali vuoti, in considerazione della vastità della circoscrizione consolare che copre metà del territorio svizzero.

Il 28 gennaio è stata convocata dall’Ambasciatore la riunione dell’Intercomites. L’ordine del giorno è molto ricco e prevede diversi punti da discutere. Alban ne dà lettura.

Alban propone di svolgere un incontro con il Comites di San Gallo per confrontare i due comitati della circoscrizione.

Panico, presidente del Centro italiano di Zugo ha richiesto un incontro del Comites con la comunità locale, in considerazione che la zona di Zugo non è rappresentata nel Comites attuale.

Il 26.01.2017 si svolgerà la celebrazione dei 100 anni della ProSenectute di Zurigo.

Il 03.02.2017 verrà presentato alla Casa d’Italia il libro fotografico “Grazie a Voi”, omaggio alla emigrazione italiana in Svizzera

Approvazione del verbale del 24.11.2016

Petta chiede che venga aggiunta la parte riguardante quanto accaduto tra lui e Paolo Da Costa.

Nomina dei 6 delegati dal Comites di Zurigo nella Assemblea CASLI 2017-2019;

Alban elenca la proposta dei 6 nominativi scaturita da indicazioni arrivate dai membri dopo l’ultima riunione plenaria.

RANIERO BURATTA Opfikon

PIERPAOLO DI MEO Lucerna

LUIGI FUCENTESE Winterthur

BARBARA PANZERI Zurigo (indicata per il CdA)

MARIO PINGITORE Dietikon

LUCILLA TRAPAZZO Zurigo

Le persone nominate hanno interesse per i Corsi Lingua e Cultura, e si sono rese disponibili alla partecipazione alle assemblee del CASLI. Inoltre, si è cercato di rappresentare al meglio la circoscrizione.

Di Meo è presente alla riunione e dà un accenno sulla sua persona.

Petta non è d’accordo sulla nomina di R. Buratta.

La proposta viene messa ai voti:

12 voti favorevoli

1 astenuto (Giustiniani)

1 contrario (Petta)

Programma attività Comites 2017

Ticchio, come rappresentante della Commissione Sociale illustra i punti critici rilevati attraverso i connazionali. La commissione propone di inviare le segnalazioni al CGIE, ai Parlamentari, alla Ambasciata e al Consolato di Zurigo.

I punti sono i seguenti:

  • Ai connazionali titolari di pensioni italiane viene richiesto più volte durante l’anno di fornire la dichiarazione del reddito. Ciò crea confusione e preoccupazione considerando che si tratta di persone anziane.

  • Si riscontra una difficoltà nell’apertura di conti correnti bancari o postali in Italia, quando si è residenti all’Estero. Inoltre è difficile poter pagare dall’estero con i moduli italiani, p.e. l’F24 utile per il pagamento delle tasse comunali. Putrino (CGIE CH) spiega che gli italiani che risiedono all’estero devono aprire il cosiddetto Conto Corrente Estero. Questa modalità non crea disguidi. Purtroppo non sempre gli istituti di credito lo propongono. Per quanto riguarda i pagamenti ai comuni italiani, è sufficiente richiede l’IBAN della banca d’appoggio del Comune. I presenti ritengono opportuno che venga diffusa una informazione in merito attraverso i Corrispondenti Consolari e i presidenti delle associazioni.

  • Sarebbe opportuno modificare la normativa concernente il Canone RAI per i residenti all’estero, soprattutto quando l’abitazione è utilizzata solo a scopo turistico per un breve periodo all’anno.

Tacconi prende la parola e conferma che il tentativo di ridurre o abolire il canone RAI per tutti i residenti all’estero è continuo, ma al momento non ha portato i risultati sperati. Ritiene utile continuare a sollecitare una modifica. Le rilevazioni presentate dal Comites di Zh riguardanti la Anagrafe degli Italiani all’estero e l’emissione dei Certificati di esistenza in vita sono in lavorazione. Sarà cura dell’onorevole sollecitare una riposta in merito.

Inoltre, verrà supportata la richiesta di avere un Console aggiunto/vice Console, in considerazione dell’ampiezza della circoscrizione consolare di Zurigo.

La Commissione Cultura, rappresentata da Rosanna Chirichella illustra le iniziative che verranno svolte:

  • presentazione del libro di Rosanna Ambrosi – 01.04.2017, ore 16 Casa d’Italia di Zurigo

  • presentazione del libro di Gemma Capone – 10.06.2017, ore 16 Casa d’Italia di Zurigo

  • rappresentazione del Barbiere di Siviglia – 18.02.2017 Casa d’Italia di Zurigo

Alban aggiunge

  • presentazione del libro sulla Casa d’Italia – 21.03.2017 Casa d’Italia di Zurigo

  • Giochi invernali 2017 – 12.03.2017 Elm

La Commissione cultura propone inoltre le seguenti iniziative che ancora non sono state definite:

  • Mostra fotografica e giornalistica sull’emigrazione dal secondo dopoguerra agli anni ’70. Il 18.05 sarà a Rapperrswil, sarebbe interessante portarla alla Casa d’Italia di Zurigo. Il costo previsto ammonta a chf 15’000

  • Spettacolo musicale dal titolo Terra mia su musiche di Pino Daniele, di Francesco Impastato e Giuseppe Scigliano

  • Mostra di opere di artisti da strada da esporre presso la Casa d’Italia di Zurigo.

Dimasi prende la parola e riferisce sull’andamento del nuovo sito del Consolato. Il feed back è positivo. I contenuti presenti nel sito precedente sono stati mantenuti, sono state modificate principalmente l’interfaccia e la grafica. Dal sito si reperiscono tutte le informazioni ed è possibile scaricare la modulistica. Per ovviare al problema di chi non utilizza la rete è necessario affidarsi al lavoro dei Corrispondenti Consolari e alle Associazioni.

Da Costa informa su di un progetto riguardante la terza età che si terrà il 17.09.2017. Il Comites è stato invitato a collaborare. Da Costa parteciperà all’incontro del gruppo promotore che si terrà il 04.02 p.v. Catia Porri ne è la referente e sarebbe opportuno invitarla ad un plenum per avere i dettagli dell’iniziativa.

Betta si occuperà di organizzare un incontro tra una delegazione del Comites e il presidente del Cantone Zurigo Mario Fehr, entro maggio 2017.

Viene ribadita la necessità di potenziare la comunicazione verso la comunità da parte del Comites, punto debole del Comitato. Cavallo ricorda che è possibile utilizzare come veicolo informativo il Forum di Schlieren/Dietikon, pubblicazione periodica locale.

Casa d’Italia di Lucerna

Tacconi ripercorre per sommi capi le tappe che hanno portato alla situazione attuale:

- giugno 2016: comunicazione della intenzione di mettere in vendita l’edificio demaniale dopo la scadenza delle concessioni;

- ottobre 2016: viene ritirata l’intenzione di vendere, ma rimane valido il termine per la dismissione;

- 27 gennaio 2017: scadenza delle concessioni;

Tacconi ha attivato il Sottosegretario Amendola per sbloccare la situazione attuale che vede la casa d’Italia di Lucerna inutilizzata. È necessario comprendere quale siano le caratteristiche del soggetto che può ricevere una eventuale concessione e quali sono le modalità di utilizzo.

Calabrese illustra il progetto di utilizzo della struttura e il relativo piano di rilancio.

Il Console conferma che dal 27 gennaio la struttura sarà disabitata e il Consolato la gestirà al minimo (chiusura utenze telefoniche, riscaldamento abbassato) per evitare che vada in decadimento, nell’attesa di conoscere le disposizioni future. A domanda risponde che l’Ambasciatore si è espresso in modo favorevole alla vendita dell’immobile.

Varie ed eventuali

Tovani prende la parola per dare informazioni riguardo alle applicazioni della “buona scuola” Si tratta di una manovra governativa per riorganizzare la scuola italiana in Italia e all’Estero. Nello specifico dei Corsi, si rimarca che la 153 non è stata abolita e continua a funzionare attraverso il finanziamento degli Enti Gestori locali.

Nell’ottica di una riorganizzazione, il preside consiglia che, al momento della scelta degli insegnanti da impiegare all’estero, venga meglio definita la tematica sulle abilitazioni all’insegnamento e sulla conoscenza della lingua locale. Ciò faciliterebbe l’assegnazione delle cattedre. Rimarca la vastità della circoscrizione consolare di Zurigo che conta 384 Corsi con circa 4'400 iscritti.

È fondamentale il livello della qualità dei Corsi, è quindi necessario curare la programmazione. Gli insegnanti sono tenuti a frequentare alcuni corsi di aggiornamento l’anno. La partecipazione registrata è circa del 60%.

Al termine dei due cicli, il raggiungimento della conoscenza dell’italiano è pari al livello B1. Alcuni alunni si sottopongono all’esame per la certificazione che però rimane facoltativo. È importante sostenere la promozione dei Corsi e agevolarne la continuità. Si assiste ad un abbandono dei Corsi dal livello elementare a quello medio. La settimana delle porte aperte, nell’ultimo anno, ha contenuto questo fenomeno.

Fronterrè indica alcuni aspetti secondo lei fondamentali per la buona riuscita dei Corsi:

Obbligo di formazione per gli insegnanti, almeno in maniera proporzionale al loro impiego. Vengono organizzati regolarmente dei corsi di aggiornamento per gli insegnanti dei Corsi.

Questionario di valutazione per i genitori.

Regole più precise per il corpo docenti dell’Ente Gestore.

Chirichella aggiunge che è importantissimo per tutti gli insegnanti dell'ente partecipare ai Collegi Docenti visto che è proprio in quell'occasione in cui il preside dà le direttive ed è anche un momento d'incontro per discutere sulla programmazione scolastica.

Fronterrè a riguardo ricorda l’auspicabilità che il diritto di voto nei Collegi Docenti venga esteso alle due tipologie di insegnanti.

Alban ricorda che l’Intercomites della fine del mese discuterà, tra l’altro, della razionalizzazione degli Enti Gestori in Svizzera.

Tacconi interviene e riporta che è stato richiesto che la struttura complessiva della “buona scuola” consideri anche gli Enti Gestori, attualmente non vengono considerati.

Alle ore 22.30 la riunione è conclusa.

La verbalista

Barbara Panzeri

Il Presidente del Comites

Luciano Alban

Il presente verbale viene approvato in data 14.02.2017

Post recenti
Archivio
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Google+ Basic Square

© Copyright 2019       |           Comites di Zurigo       |        Impressum       |         Webdesign by www.sonetto.ch