Verbale V° seduta - 2018 - 03.11.2018

Data: sabato 03 novembre 2018

Ore: 15.30

Luogo: Centro Parrocchiale San Francesco - Winterthur

Presenti: Alban Luciano, Da Costa Paolo, Chirichella Rosanna, Betta Alessandra, Ilardo Domenica, Cavallo Salvatore, Calabrese Ippazio, Luigi Giustiniani, Izzi Antonietta, Bremibilla Fabio, Ticchio Giuseppe

Per il Consolato: Console, Marco Nobili

Ospiti: Michele Schiavone, CGIE, Maria Bernasconi, CGIE

Assenti giustificati: Bruno Indelicato, Filippi Enrica, Ammattatelli Vincenzo, Lapadula Ornella, Fronterrè Carmela, Petta Gerardo, Curcio Maria

Alban apre la seduta con un saluto agli intervenuti e comunica le giustificazioni degli assenti.

Ringrazia Don Carlo De Stasio, presente tra il pubblico, per l’ospitalità.

Alban sottolinea la modifica dell’indirizzo e-mail del Comites, ora info@comiteszurigo.ch l’attivazione del nuovo sito www.comiteszurigo.ch

Approvazione dell’O.d.g.

Alban fa presente che il punto all’ordine del giorno che prevede l’integrazione dell’Esecutivo è stato proposto dal consigliere Petta, oggi assente giustificato. Propone che il punto venga rimandato al prossimo incontro.

Dopo breve discussione, i presenti votano la proposta che il punto venga rimandato:

Favorevoli 8

Astenuti 2 (Betta e Ticcchio)

Contrario 1 (Brembilla)

L’O.d.g. viene modificato e approvato.


Approvazione del verbale del 20.09.2018

Il verbale viene approvato dai presenti. Betta si astiene in quanto uscita prima del termine della riunione.


Parere sul documento inviato dal CGIE riguardante le modifiche delle modalità di voto all’estero

La parola passa a Da Costa, presidente della Commissione del CGIE che ha elaborato il documento con le proposte di modifica.

Da Costa ricorda che la possibilità per gli italiani residenti all’estero di votare per corrispondenza tramite i propri Consolati si concretizzò per la prima volta nel 2006. Fino ad allora i connazionali per esprimere il proprio voto dovevano recarsi nei comuni di residenza AIRE.

Si è reso necessario, dopo le esperienze avute nelle diverse tornate elettorali, mettere in sicurezza il voto all’estero. La Commissione CGIE, sentiti i Comites nel Mondo, redige un documento che verrà valutato nella prossima plenaria CGIE e il risultato verrà proposto al Parlamento.

Nell’analisi delle scorse esperienze sono emerse le seguenti problematiche:

  • Falsi nella stampa delle schede

  • Vendita delle schede elettorali

  • Difficoltà nelle modalità di voto

La Commissione ritiene che il voto espresso all’estero non deve essere messo in discussione. Si chiede di prendere in considerazione il voto telematico, perlomeno per il futuro. Non ritiene proficuo il voto espresso nelle sedi consolari, spesso lontane dal connazionale.

Le proposte di modifica sono le seguenti:

Istituire l’Albo degli elettori dove i connazionali possono iscriversi. Questo elenco rimarrebbe valido per ogni tornata elettorale.

Stampa dei plichi elettorali in Italia e invio diretto per raccomandata all’elettore che accerterà la ricezione tramite firma della ricevuta di ritorno.

Mantenere il codice a barre delle buste per garantirne la tracciabilità.

Suddividere lo scrutinio su 4 città italiane.

Aumentare l’informazione all’estero inserendola in orari più adeguati.

Alban porta come esempio il sistema di voto in Svizzera, sottolineando l’importanza del senso civico delle persone. D’accordo sulla proposta.

Anche Ticchio si trova d’accordo, propone per lo scrutinio il personale dell’Esercito.

Giustiniani ritiene che il voto espresso presso un seggio elettorale garantirebbe meglio la validità.

Calabrese propone che lo scrutinio venga svolto all’estero.

Brembilla si dice molto scettico sul mantenimento del voto all’estero.

Chirichella sottolinea che la possibilità di votare dall’estero è una conquista che va salvaguardata.

Schiavone illustra i due aspetti della questione, tecnico e politico. Il primo ha delle possibilità di miglioramento che devono essere apportate pur riconoscendo che non è possibile avere le certezze di regolarità assoluta. L’aspetto politico ci chiede di tutelare il voto all’estero e tentare di aumentare il numero dei rappresentanti che attualmente non corrisponde alle proporzioni.

Da Costa risponde alle proposte. Non è possibile utilizzare il personale dell’Esercito per lo scrutinio in quanto impiegati dello Stato Italiano.

Creare dei seggi presso i Consolati è contro producente a causa delle grosse distanze di alcune circoscrizioni.


Varie ed eventuali

Vengono date informazioni sulle prossime attività in programma.

Ticchio ricorda ai presenti che pochi hanno risposto alla richiesta di iscrizione presso l’albo consolare delle associazioni. Inoltre ricorda quanto richiesto al Consolato: gratuità dei certificati cumulativi, come disposto dalla Legge e cambio del comune di residenza AIRE quando si possiede un immobile in un comune diverso dall’ultimo Comune di residenza italiana.

Calabrese chiede ragguagli sull’esito dell’asta riguardante la casa d’Italia di Lucerna.

Nobili risponde alle domande e precisa che la creazione dell’albo delle associazioni serve per sapere quale associazione è realmente attiva. Sottolinea che chi è iscritto non riceve alcun contributo e per l’iscrizione si tiene conto di determinate caratteristiche dell’associazione. Certificati cumulativi: si sta cercando di migliorare le procedure riducendo i certificati da produrre. Lucerna: l’asta si è conclusa. Si sono aperte le buste con le offerte. È stato inviato a Roma il resoconto e si aspetta il parere del Ministero.

Il 15 novembre si terrà un incontro informativo con I Corrispondenti Consolari.


Dopo la discussione, la seduta si apre al pubblico presente.


I membri si presentano.


Dal pubblico emergono richieste riguardanti le seguenti tematiche:

  • Iscrizione all’AIRE

  • Ottenimento della tessera del Codice fiscale

  • Difficoltà di cambiare i franchi svizzeri in Italia se non si ha un conto corrente locale

  • Difficoltà di ricezione delle comunicazioni in quanto vengono inviate alla residenza italiana

  • Conti dormienti.



Alle ore 18 la seduta è tolta.



La verbalista Il Presidente del Comites

Barbara Panzeri Luciano Alban



Il presente verbale viene approvato in data 13 dicembre 2018



Post recenti
Archivio
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Google+ Basic Square

© Copyright 2021       |           Comites di Zurigo       |        Impressum       |         Webdesign by www.sonetto.ch