I° seduta - 2021 - 11.02.2021

Data: giovedì 11 febbraio 2021

Ore: 20.30

Luogo: Riunione in videoconferenza a causa della situazione

epidemiologica Covid 19



Presenti: Luciano Alban, Paolo Da Costa, Chirichella Rosanna, Ticchio Giuseppe, Cavallo Salvatore, Antonia Cianciulli, Lapadula Ornella, Domenica Ilardo, Fronterrè Carmela, Bruno Indelicato, Calabrese Ippazio, Petta Gerardo, Ammattatelli Vincenzo, Solazzo Antonio, Fabio Brembilla, Luigi Giustiniani, Izzi Antonietta


Assenti giustificati: Filippi Enrica


Per il Consolato: Console generale, Min. Gabriele Altana,

Funzionaria Vicaria, dott.ssa Gigliola Pagliarini


Ospiti: Maria Bernasconi, CGIE, On. Simone Billi, On. Massimo Ungaro


Alban apre la seduta con un saluto agli intervenuti. Comunica la giustificazione del membro assente e ringrazia gli Onorevoli Billi e Ungaro presenti alla seduta.


Approvazione Odg

I presenti approvano.


Approvazione del verbale del 15.11.20

I presenti, dopo aver apportato alcune modifiche, approvano il verbale.


Informazioni del Presidente e del Console Generale

Alban prende la parola e comunica che si è svolto l’incontro tra il CASLI e la dirigenza scolastica del Consolato, con la presenza del Console generale e del Comites. È stata sottolineata la necessità di una collaborazione tra i due soggetti in questo difficile momento, soprattutto in previsione dell’entrata in vigore della nuova circolare che disciplina le richieste di contributo. A livello Svizzero gli Enti hanno espresso alcune perplessità riguardante la stesura dei preventivi. Il Ministero ha informato che verrà emessa una nuova circolare che terrà conto di quanto sollevato dagli Enti.

Alban, anche in seguito alla mail di Petta, ha richiesto chiarimenti riguardanti la possibilità di utilizzare fondi del Comites per spese legali. La risposta del Ministero è stata inviata ai Consiglieri.

Il Ministero ha organizzato diversi incontri con i Comites per rispondere a quesiti sulla nuova Circolare che ne disciplina i fondi. Per il Comites di Zurigo l’incontro si è svolto ed è stato molto utile.

Un giornalista della TSI ha contattato Alban in quanto verrà realizzato un reportage sugli emigrati durante la pandemia e chiede se possiamo segnalare qualche caso da intervistare.


La parola passa al Console Altana. Il Console saluta i presenti e fornisce informazioni riguardanti la Casa d’Italia. Precisa che l’edificio non è in vendita. Entro il mese di aprile 2021, verrà conclusa la prima fase, cioè la redazione del progetto esecutivo necessario per emettere il bando di concorso per la realizzazione dei lavori veri e propri. Si è accertato che durante i lavori si dovrà bonificare l’edificio dall’amianto. Non verranno compiuti interventi di consolidamenti strutturali ma si dovrà aggiornare l’impiantistica (fogne, elettricità, cablaggio, rete idrica), rivedere la sicurezza, ecc. Si presume che la fine dei lavori potrà avvenire nel 2023, data che potrà essere confermata dopo la definizione del contratto con l’esecutore.

Billi chiede conferma dell’ammontare della spesa dell’affitto per l’attuale sede del Consolato pari a Chf 800'000 all’anno. Il Console conferma. Calabrese chiede se ci saranno eventuali spazi per la comunità. Il Console fa presente che la sede del Comites sarà all’interno della Casa d’Italia e Alban ricorda che, come già definito dopo lunghe trattative, l’utilizzo del Salone Pirandello verrà gestito dal Consolato, dall’IIC e dal Comites. Purtroppo, la Casa d’Italia non potrà essere maggiorata nel suo volume. Il Console suggerisce, se ne viene individuata l’esigenza, di preparare un progetto preciso e la richiesta potrà essere inviata all’Ambasciata e al MAECI. Alban propone di realizzare un incontro per la valutazione di un eventuale progetto. Da Costa chiede dove avranno sede le scuole fino a che non sarà disponibile la Casa d’Italia. Il Console rende noto che al momento si è in possesso di una bozza di contratto per la sede attuale che va fino al 31.12.2023 al vaglio del Ministero.

Il Console prosegue con le informazioni riguardanti i servizi consolari. A causa della situazione straordinaria legata alla pandemia, l’accesso al Consolato contingentato e l’alternanza del personale in presenza non possono essere modificati. Tuttavia si registrano dati positivi sui servizi riguardanti AIRE, stato civile e cittadinanza, attività fondamentali per poter svolgere il resto elle mansioni. Per i passaporti sono riservati 100 appuntamenti alla settimana (90 attraverso la prenotazione on line e 10 attraverso altri canali, riservati per persone anziane e chi non ha strumenti informatici). Per la CIE sono riservati 65 appuntamenti alla settimana. Il periodo è difficile e si prolunga ormai da un anno, il personale è stanco e vorrebbe ritornare alla normalità ma al momento non si può fare.


La parola passa all’On. Ungaro che ringrazia per l’invito e per la relazione fatta dal Console. Ritiene fondamentale lavorare in sinergia con le varie istituzioni. Il momento è molto difficile per tutta la comunità italiana, in Italia e all’estero. Lo Stato ha messo in campo diverse misure di assistenza anche per gli italiani all’stero, sia nei vari paesi di residenza che per gli AIRE che hanno deciso di rientrare in Italia. Attualmente, si sta lavorando per sistemare alcune esigenze quali la doppia imposizione fiscale per gli italiani in Svizzera e la creazione di una Commissione bicamerale per gli italiani nel mondo. Inoltre, si augura che ci sarà il tempo di mettere mano alla riforma del Comites e del CGIE prima del rinnovo previsto per quest’anno. Ricorda la possibilità di utilizzare lo SPID, utile per snellire il lavoro burocratico. Si rende disponibile a spingere nella direzione richiesta di aumentare le risorse lavorative presso il Consolato di Zurigo.

Alban ricorda che i Comites di Zurigo e San Gallo hanno scritto una lettera con la richiesta di aumento di personale presso il Consolato di Zurigo.

Ticchio chiede ragguagli rispetto alla richiesta avanzata con la petizione fatta dal Comites di Zurigo, relativa al cambio di residenza AIRE. Fa sapere inoltre che nell’ultimo periodo ha ricevuto molti apprezzamenti dovuti alla diffusione di utili informazioni riguardanti i servizi consolari.

Ungaro risponde e fa sapere che il Ministero degli Interni ha informalmente comunicato che il cambio di residenza AIRE è possibile, pertanto verrà riproposto l’emendamento per la modifica della legge attuale.

Alban ringrazia l’On. Ungaro e lo saluta.

Petta, sui servizi consolari, ritiene che la situazione non vada bene, i connazionali non sono soddisfatti. Ritiene che si dovrebbe allargare l’orario di apertura al pubblico, diminuendo il lavoro da remoto.

Il Console ripete che il lavoro consolare non si esaurisce con il ricevimento del pubblico. Le pratiche avviate, devono anche essere elaborate. Per quanto riguarda i suggerimenti di ampliamento dell’orario di apertura non possono essere accolti in quanto devono essere applicate le direttive della Repubblica italiana. La struttura dell’edificio presso il quale è ospitato il Consolato non permette maggiore presenza del personale. Fa presente che il numero dei connazionali a Zurigo è aumentato di 4000 unità pertanto è corretto avanzare istanze presso i parlamentari di richiesta di aumento di personale.

Alban ricorda che è necessario sensibilizzare la comunità affinchè venga sempre comunicato al Consolato il cambio di indirizzo. Il Console è d’accordo, fa sapere che si assiste ad un miglioramento della comunicazione dei dati da parte dei connazionali.

Alban ritiene che sarebbe utile raccomandare la vaccinazione ai dipendenti del Consolato. Il Console conferma che è già stato fatto, i vaccini non sono ancora disponibili.


Presentazione nuovo membro del Comites e nomina Segretario

Alban dà il benvenuto ad Antonio Solazzo, nuovo Consigliere del Comitato in sostituzione di Alessandra Betta Pedrazzoli. Solazzo saluta i presenti, conferma di far parte della lista Rete Italia. Fa sapere di lavorare nel campo della comunicazione e di essere in Svizzera da 11 anni. Alban che ricorda che Solazzo ha contribuito alla realizzazione del progetto Telegram, si congratula per la nomina ed auspica che potranno essere utilizzate dal Comites le sue competenze informatiche.


In seguito alle dimissioni di Alessandra Betta Pedrazzoli, Segretario del Comites, è necessario attribuire la carica ad un altro consigliere. Alban propone la candidatura di Domenica Ilardo. Ilardo accetta e si procede con la votazione. Domenica Ilardo viene nominata Segretario del Comites di Zurigo dall’unanimità dei presenti.


Approvazione Bilanci Consuntivi del Comites Capp. 3103 e 3106 – 2020

Viene data lettura dei Bilanci consuntivi del Comitato e viene data spiegazione di ogni cifra rendicontata. Si procede alla deliberazione dei Rendiconti Consuntivi con la seguente votazione:

a favore n. 17 membri

contro n. 0 membri

astenuti n. 0 membri

I Rendiconti sono approvati dall’unanimità dei presenti.

Programma attività 2021

Eventuali proposte di iniziative dovranno essere formalizzate entro la prossima riunione plenaria, per l’approvazione della richiesta di finanziamento da inviare al Ministero.

Dal Ministero è arrivata la comunicazione dell’assegnazione del finanziamento per il 2021.

La manifestazione sportiva dei Giochi invernali è stata annullata a causa della situazione sanitaria. Si cercherà di realizzare il soggiorno termale ad Abano Terme. Al momento non è certo il reperimento di entrate locali per l’anno in corso.

Alban esorta la Commissione Cultura e la Commissione Sociale a presentare proposte di iniziative. Inoltre, propone a Solazzo la gestione della Commissione Comunicazione, fondamentale per il lavoro del Comites.

Nel prossimo plenum verranno valutate le varie proposte e dovrà essere dato parere sull’Ente CASLI. Il Console conferma che anche con la nuova Circolare che disciplina gli Enti, sarà necessario il parere del Comites.

Ticchio riassume quanto ottenuto sulla questione IMU. Purtroppo, molti pensionati non sono soddisfatti del risultato. Inoltre, si avvicina il rinnovo degli organismi di rappresentanza e non è stata messa mano alla Legge che prevede l’iscrizione dei votanti all’albo degli elettori e ciò penalizza la partecipazione. La Commissione Sociale chiede al Comites se ritiene opportuno proseguire con il lavoro di sensibilizzazione e in questo caso chiede il contributo di tutti i Consiglieri.

Da Costa fornisce informazioni sulle votazioni dei Comites e CGIE. L’importo stanziato è pari a 9 milioni di Euro, ciò significa che non si potrà votare con suffragio universale, anche con un eventuale riforma della Legge. Sarà attivato il voto elettronico in alcune città, come prova. Ritiene che sarebbe stato utile istituire un Albo degli Elettori aperto. Sarà necessario far veicolare le informazioni tra tutta la comunità, prima, seconda e terza generazione.

La questione verrà trattata all’interno dell’esecutivo.


Varie ed eventuali

Da Costa propone che le riunioni vengano diffuse su FB in diretta.


Alle ore 23.00 la riunione è conclusa.


La verbalista Il Presidente del Comites

Barbara Panzeri Luciano Alban





Il presente verbale viene approvato in data 27.04.2021

Post recenti
Archivio
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Google+ Basic Square