top of page

IV° seduta - 2023 - 13.11.2023

Luogo:  Riunione in videoconferenza 

Data:     lunedì, 13 novembre 2023

Ora:      20.15

 

Presenti:  Petta Gerardo, Putrino Anna, La Torre Cosimo, Antolic Mezin Ana, Calabrese Ippazio,  Chirichella Rosanna, Cianciulli Antonia, Giardino Francesco, Iacobelli Mikaela, Ilardo Domenica, Luciani Maria Cristina, Maurello Vincenzo, Pingitore Mario. 

 

Assenti :   Cartelli Renato, Puntillo Donato, Sivillica Paolo, Ticchio Giuseppe, Zanetti Melania 

 

Assenti ingiustificati

 

Per il Consolato:   Vice Console Dott. Antonio Ionio

 

Ospiti:       Domenico Chindamo, Presidente Ente CASLI di Zurigo

________________________________________________________________________________________________________


Il Presidente Petta apre la riunione con un saluto ai presenti. Dà il benvenuto al Vice Console dott. Ionio e al Presidente del CASLI, Domenico Chindamo. Informa della assenza giustificata dei Consiglieri Sivillica, Ticchio, Cartelli e Zanetti. Puntillo ha difficoltà a collegarsi e telefonicamente propone di proseguire la riunione senza di lui.

Petta comunica che la riunione odierna è stata convocata in forma straordinaria quindi con urgenza, a seguito di richiesta da parte del Consolato, per permettere al Comites di esprimere parere sul progetto CASLI per l’a.s. 24/25 nei termini previsti dalla Circolare.

 

Approvazione del verbale del plenum del 19.09.2023

Vogel chiede che venga verbalizzato un suo intervento. Dopo l’integrazione si passa a votazione. I membri presenti sono 12, Pingitore non è ancora collegato.

Il verbale è approvato all’unanimità dei presenti alla scorsa riunione.

 

Parere del Comites di Zurigo sul progetto presentato dall’Ente CASLI per l’esercizio 2024/2025

Petta sottolinea che il progetto dell’Ente per l’anno scolastico 2024/2025 è stato inviato ai Consiglieri e dà la parola a Chindamo per una breve esposizione.

Chindamo comunica che l’Ente attraversa un periodo di difficoltà economica, gli insegnanti sono rimasti senza stipendio per 2 mensilità. Ciò è dovuto all’accredito del saldo per il progetto dell’anno scolastico appena concluso, non ancora disposto, che equivale a circa Euro 91'500. Il MAECI ha fatto sapere tramite il Consolato che il mancato invio del saldo è stato causato da inesattezze rilevate nel bilancio consuntivo consegnato in Consolato già ai primi di agosto. Chindamo precisa che il Consolato ha provveduto insieme all’Ente a sistemarne alcune parti ritenute non corrette e il Bilancio è stato inviato al Ministero a fine settembre. A metà ottobre è arrivata una richiesta di correzioni che l’Ente ha accolto e il Bilancio è stato nuovamente corretto ed inviato. Alla data odierna l’Ente riceve un ulteriore messaggio con le stesse richieste già chiarite in precedenza.

Nel frattempo l’Ente ha inviato la richiesta di contributo alle famiglie degli alunni che stanno rispondendo positivamente. Con queste entrate si è potuto pagare lo stipendio di settembre.

L’Ente ha inoltre consegnato, come previsto dalla Circolare n.4/2022 entro il 15 ottobre, il progetto per l’a.s. 2024/2025 con la richiesta di contributo. Rileva che in base al nuovo decreto applicativo della Circolare sopra citata, l’Ente dovrà anticipare l’ultima tranche del contributo che sarà pari al 30% del finanziamento, per il CASLI significa dover anticipare Euro 350.000. Se le direttive rimarranno queste l’Ente non sarà in grado di portare a termine il progetto, pertanto si riserverà di decidere se accettare o meno il finanziamento.

Chirichella interviene ricordando che la grave situazione del CASLI era stata anticipata nella scorsa riunione plenaria, in seguito la presidenza del Comites ha inviato una mail ai Consiglieri indicando che tutto sembrava risolto, ma nella sostanza non lo è. Ritiene che se il CASLI dovesse chiudere per difficoltà date dalla normativa, ciò causerebbe un danno a tutti i Corsi, anche a quelli sostenuti direttamente dal Ministero attraverso gli insegnanti ministeriali. Si dichiara molto preoccupata e auspica di trovare un accordo per risolvere la situazione.

Ionio prende la parola e ricorda che il punto all’ordine del giorno riguarda il parere sul preventivo steso dal CASLI per il prossimo anno scolastico. Tuttavia conosce la situazione legata all’Ente in quanto viene messo in copia dal responsabile del Consolato che se ne occupa. Ritiene di dover separare le problematiche esposte da Chindamo: per quanto riguarda il Consuntivo che necessita di lievi aggiustamenti, consiglia a Chindamo di accordarsi per un incontro in Consolato in modo da poter sistemare la documentazione seguendo i rilievi del MAECI. In questo modo si potrà superare questo momento e ottenere il saldo ancora mancante.

Per quanto riguarda il progetto presentato, conferma, sulla base della normativa attuale, la necessità di dover anticipare l’ultima parte del finanziamento. Il Ministero con questa procedura vuole essere sicuro di non elargire soldi in anticipo. Il Consolato è tenuto a seguire la normativa in vigore.

Chirichella ricorda che problemi di inesattezze sui bilanci non risolti hanno portato gli enti di Berna e di San Gallo a fallire. 

Ionio rimarca la disponibilità del Consolato insieme ai contabili ad aiutare l’ente a completare il bilancio consuntivo.

Petta fa presente che subito dopo lo scorso plenum, lui ha contattato Chindamo per conoscere la situazione e Chindamo ha suggerito di aspettare in quanto al momento si stava procedendo con le richieste di contributo ai genitori. Chindamo conferma quanto esposto e aggiunge che il CASLI ha preparato una lettera da unire alla richiesta di contributo inviata alle famiglie, in cui si spiega la situazione e si chiarisce la necessità del pagamento del contributo.

Vogel ritiene che la promozione della lingua italiana sia anche compito del Consolato il quale dovrebbe segnalare al MAE eventuali difficoltà a procedere. Il problema di anticipare soldi è molto grave, ricorda che enti in Germania sono falliti in quanto non sono riusciti a coprire gli interessi sui debiti aperti.

Chindamo segnala che il problema insormontabile è la tempistica dei versamenti del finanziamento.

Putrino ritiene che l’Ente dovrebbe formalizzare la concreta difficoltà dell’ente ad agire adottando i termini della Circolare, ed inviare le proprie rimostranze in Consolato. 

Calabrese ritiene non adatta la lettera inviata dal Casli alle famiglie. Consiglia di consultare un gruppo di esperti per ottenere il contributo da più famiglie.

Vogel propone di organizzare una riunione con tutti i soggetti interessati compresi gli eletti all’estero e chiede che venga messa ai voti la sua proposta.

Putrino ricorda che argomenti non inseriti all’ordine del giorno non possono essere oggetto di votazione.

Si passa ora alla formulazione del parere sul progetto presentato dall’Ente CASLI per l’anno scolastico 2024/2025.

All’unanimità il parere formulato è favorevole.

Maurello ritiene che si dovrebbe valutare la possibilità di rendere obbligatorio il pagamento del contributo a livello legale. Ritiene che si debbano analizzare insieme all’Ente le criticità ed è d’accordo a coinvolgere le rappresentanze politiche.

Chindamo in risposta a Maurello comunica che già è stata valutata ogni possibilità e l’unico sistema per rendere obbligatorio il pagamento del contributo è cambiare la Legge. In questo momento l’alunno si iscrive ai Corsi tramite il Consolato, quindi il CASLI non può avanzare nessuna richiesta obbligatoria.

Ilardo a Chindamo: sarebbe importante fare riunioni con i genitori per sensibilizzare al pagamento della quota. Chindamo conferma che l’insegnante incontra i genitori in riunione per sensibilizzare al pagamento.

Pingitore si dichiara pessimista e vede la fine dei Corsi. È del parere che i soldi sono stati spesi male in passato ed ora il Governo non è più disponibile.

Chirichella si allaccia alla proposta di Vogel e ritiene valido organizzare una plenaria specifica sul CASLI con Ente gestore, Consolato, CGIE e parlamentari.

Ionio evidenzia la preoccupazione dei Consiglieri sulla sorte dei Corsi emersa dagli interventi. Ritiene chiara e utile la lettera inviata dal CASLI ai genitori. Le famiglie dovrebbero appoggiare attraverso il pagamento del contributo lo sforzo che mettono tutti per far proseguire questo servizio. Purtroppo, cambiare la Circolare è molto difficile e un eventuale intervento del Comites non sarà risolutivo ma può essere un apripista e denota un reale interesse della comunità per i Corsi. Migliorare il servizio offerto è nell’interesse di tutti. Segnala che a breve arriverà in sede la nuova Console Aggiunta, si dovrà approfittare di questa nuova risorsa.

Ilardo ritiene doveroso che il nuovo Console e la nuova Vice Console siano sensibili alla tematica dei Corsi.

Petta conclude ritenendo che ogni componente deve fare la sua parte, con l’obiettivo comune di sostenere i Corsi. Conferma che si valuterà con Chindamo come procedere con l’incontro suggerito dai Consiglieri.

 

Alle ore 22.00 il Presidente toglie la seduta.

 

La Verbalista                                                                                   Il Presidente del Comites

Barbara Panzeri                                                                             Gerardo Petta

 

Il presente verbale viene approvato in data  18.12.2023

Ultimi post
bottom of page